Neonatologia

Neonatologia

Siamo agenzia

VENDITA con


CENTRO ASSISTENZA

TECNICA AUTORIZZATA:


NEONATOLOGIA: COBAMS
La Neonatologia è la nostra specializzazione. Il neonato prematuro o pretermine,
secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è il bambino nato prima della 37° settimana di gestazione. Ogni anno in Italia nascono circa 5000 bambini pretermine (circa il 7% sulle nascite a termine) e il rischio è in aumento.
Il piccolo prematuro appena nato viene posto in un’ incubatrice o
in un lettino riscaldato che ha il compito di garantire il controllo della temperatura e di ricostruire artificialmente l’utero della mamma. Noi progettiamo apparecchiature per il monitoraggio costante delle funzioni vitali del neonato.
La gamma di vendita è composta da:
Incubatrice Neonatale, Incubatrice da Trasporto, Isola Neonatale, Apparecchio per la Fototerapia, Plafoniera Radiante , Culla Neonatale .
Da 50 anni produciamo con costante riferimento al requisiti di Qualità Sicurezza ed Ambiente.

 La Cobams esporta in più di 35 paesi all’estero offrendo servizio di vendita e assistenza post-vendita.

 Oltre all’ampiezza della gamma e ai prezzi competitivi, la Cobams ha conseguito grande successo con azioni di trade marketing, incentrate sull’assistenza tecnica del punto di vendita e sulla riduzione dei tempi di consegna .

Premio eccellenza 2011

Cobams nel mondo:
1. AFRICA 2. ALBANIA 3. ALGERIA 4. BANGLADESH 5. EGITTO 6. FRANCIA 7. GRECIA 8. KOSOVO 9. JORDAN 10. INDIA 11. INDONESIA 12. INGHILTERRA 13. ISRAELE 14. LIBIA
15. MADAGASCAR 16. MALESIA 17. MAROCCO 18. MOLDAVIA 19. NIGERIA 20. OLANDA 21. PAKISTAN 22. RUSSIA 23. RWANDA 24. SAUDI ARABIA 25. SIRIA 26. SRI LANKA 27. SUD AFRICA
28. THAILANDIA 29. TUNISIA 30. TURCHIA 31. VIETNAM 32. YEMEN 33. WEST INDIES 34. GEORGIA 35. EMIRATI ARABI


L’ azienda conta su una rete stabile di rivenditori fidelizzati .
La Cobams esporta in più di 35 paesi all’estero offrendo servizio di vendita e assistenza post-vendita.
Il ‘ mercato di riferimento è prevalentemente internazionale. Il target di riferimento è rappresentato
dagli intermediari commerciali, punti di vendita di dimensione medio-grande, agenti di zona che vendono ai consumatori finali e show room di qualità.
I consumatori finali si suddividono in tre segmenti di mercato:
– Fascia bassa:consumatori orientati al prezzo, non richiedono
la specializzazione del prodotto,servizi limitati e bassi tempi di consegna;
– Fascia intermedia: consumatori che richiedono maggiore qualità associata a prezzi ragionevoli
ed un buon servizio, il che si traduce in frequenti richieste personalizzate 

che rendono necessaria maggiore flessibilità del produttore ed assistenza al distributore;
-Fascia superiore:consumatori che privilegiano la qualità intrinseca 

del prodotto, si rivolgono a distributori di elite, dove possono usufruire di servizi superiori.
Una strategia di differenziazione in fasce qualitative del prodotto offerto,

 ha fatto si che la Cobams potesse competere con prodotti differenziati tra loro e con significative

 diversità di prezzo. La nostra strategia di marketing è quindi di tipo differenziato 

con lo scopo di presidiare varie fasce di mercato
La Cobams ha conseguito grande successo con azioni di trade marketing,

incentrate sull’assistenza tecnica del punto di vendita e sulla riduzione dei tempi di consegna .


SIAMO CENTRO VENDITA ED

ASSISTENZA TECNICA COBAMS



La MEDSAN SRLS da molti anni si interessa di neonatologia fornendo ad enti privati e strutture pubbliche supporto tecnico

 per la vendita e la manutenzione di apparecchiature e sistemi neonatali. La nostra esperienza nel settore è un vanto 

che giornalmente mettiamo al servizio di chi gestisce moderne strutture di neonatologia che sempre più sono 

dotate di macchine e sistemi atti a gestire un momento importante ed unico della nostra vita ovvero la nascita!



BREVE PANORAMICA SUL LAVORO DEI PEDIATRI DOPO LA NASCITA:

Dal momento del parto ogni neonato segue un iter di verifiche e controlli da parte del personale medico specialistico

che si avvale di speciali lettini di rianimazione (isole neonatali) atte a fornire un supporto che va 

dall’irraggiamento con calore ad infrarossi del neonato al fine di evitare lo choc termico, al controllo della respirazione 

mediante verifiche ed eventuali sblocchi del canale respiratorio con opportune sonde aspiranti. 

Segue tutta una serie di controlli e test atti a stabilire se il neonato ha bisogno di eventuale aiuto

al fine di evitare l’insorgere di problemi che in quei primi momenti possono essere risolti senza complicazioni. 

Le stesse isole sono dotate di sistemi di ventilazione polmonare con ossigeno e di altri eventuali accessori

atti a fornire una copertura in caso di emergenza. Appena terminati i dovuti controlli, il neonato viene sottoposto

al primo bagnetto che dietro le accurate mani di una sempre presente infermiera specializzata esegue la pesatura

e le varie misurazioni dimensionali atti a registrare la propria scheda personale del nascituro.

Finita questa importante procedura il neonato viene posto in una incubatrice portatile carrellata che lo porterà 

al “nido” una sala allestita per la gestione dei neonati e qui rimane per qualche ora che serve ad acclimatarlo

il personale specializzato deciderà se consegnarlo alla mamma o sottoporlo

ad un ulteriore periodo di osservazione e controlli posizionandolo dentro una Incubatrice detta anche“TERMOCULLA”.



Dentro l’incubatrice il neonato sara’ sottoposto ad un micro clima atto a ricostruire il grembo materno

per il quale è cresciuto nei nove mesi di gravidanza. L’importanza di questo micro clima è dato dai controlli 

di temperatura umidità e percentuale di ossigeno per il quale neonato ha bisogno e che la macchina deve garantire.

Le moderne incubatrici facendo largo uso di elettronica sono e devono essere, in un contesto di sicurezza, 

macchine super efficienti. Non ci si può permetteredi errori dovuti a guasti o a cattiva gestione.

 Il nascituro indifeso e senza possibilità di attenzioni è completamente affidato 

alla macchina e quindi questa macchina necessita di cure ed attenzioni che vanno oltre ogni possibile anomalia.



Un fattore importantissimo al fine di capire l’importanza delle procedure di manutenzione delle incubatrici

 è dettato dal micro clima che si realizza dentro la macchina. Esso è derivato dalla continua circolazione di aria

opportunamente riscaldata, umidificata e filtrata tramite i sistemi cui è composta motore,riscaldatore, umidificatore, filtraggio). 

Il micro clima che si viene ad instaurare fa si che va a far crescere anche la carica batterica

sempre presente. Schizzi di latte, polvere, acqua dell’umidificatore, residui organici del neonato ecc. ecc.

tutti componenti che messi assieme contribuiscono sempre più a far lievitare ogni possibile carica batterica,

muffe e quant’altro si annidi nel dispositivo. Questo deve far riflettere che in quell’ambiente respira e vive anche per più giorni 

un essere umano che spesso ha difese molto basse e che quindi risulta molto vulnerabile. 

Ci fermiamo qui a far comprendere come sia importante una igiene e profilassi 

di tutta la macchina e che questa deve essere curata nei minimi particolari senza tralasciare nulla al caso.



FUNZIONALITA’ ED EFFICENZA:
Macchine funzionali, pulite, curate e pronte per ogni evenienza,

 questo deve essere l’obbiettivo primario di ogni centro neonatale che si rispetti.

 Per essere sempre efficienti le stesse macchine devono essere continuamente

 sottoposte a test di verifiche funzionali e di pulizia, sterilizzazione 

e manutenzione costante al fine di garantire continuità al regolare uso quotidiano. 

Il nostro servizio di manutenzioni programmate o di eventuali riparazioni rende 

tutto questo facile e alla portata di qualunque centro neonatale che vuole efficienza 

alla propria struttura. Le cliniche che da anni forniamo questo importante servizio

 sono per noi un vanto che vorremmo far conoscere a chi ha strutture simili 

e che non ha ancora organizzato questo sistema di prevenzione 

che elimina prima che si verificano, guasti e disservizi dovuti 

a una non corretta o peggio ancora, una assente manutenzione. 

Il tutto con l’obbiettivo a far diminuire il tasso di guasti, i disservizi,

 le complicazioni e non per ultimi gli impegni economici 

spesso gravosi dovuti a riparazioni che potrebbero essere state evitate.





BREVE PANORAMICA FOTOGRAFICA DELLE NOSTRE MANUTENZIONI MENSILI SULLE TERMOCULLE:
Le foto proposte fanno parte del lavoro mensile che la MEDSAN srls esegue presso i Centri specialistici Neonatali:




INCUBATRICE PORTATILE:

La manutenzione mensile prevede lo smontaggio totale della macchina con il controllo visivo di tutti i pezzi smontati e di verifiche interne. Segue il lavaggio con detergenti su base naturale e privi di sostanze tossiche, al lavaggio di ogni parte segue la nebulizzazione di sostanze disinfettanti a basso impatto tossico e prive di aldeidi e alcol che lasciate agire per 15 minuti serviranno ad una buona disinfezione. Il lavaggio successivo che serve ad eliminare ogni residuo di disinfettante è accompagnato da un successivo passaggio su tutte le superfici di un potente getto di vapore che oltre a pulire gli interstizi più nascosti. L’asciugatura finale con panni in microfibra assicura una pulizia superficiale con un effetto anti alone su tutte le parti trasparenti. Le parti interne e l’elettronica sono controllate e pulite da ogni residuo di polvere assicurando anche una corretta circolazione di aria per il raffreddamento dei circuiti. Il controllo finale delle tensioni di carica e scarica degli accumulatori servirà a capire il corretto funzionamento durante l’eventuale uso fuori sede oltre che di durata degli stessi. Al rimontaggio di tutti i pezzi e le sostituzioni dei filtri in dotazione, seguirà una verifica generale con prove di allarmi generali e di temperatura con un controllo anche di eventuali optional a corredo (erogatori ossigeno, misuratori di umidità… ecc. ecc.). A questo punto la macchina, provvista di etichetta di segnalazione di avvenuta manutenzione, è pronta a ritornare in servizio ma con ultimo accorgimento: per questioni di sicurezza verrà lasciata per qualche ora con gli oblo aperti a smaltire eventuali tracce di umidità e/o di sostanze residue, prima di essere messa in funzione.

  INCUBATRICE FISSA:

Come per la portatile la manutenzione segue gli stessi passi per poi al termine seguire verifiche e collaudo finale.



Come si può notare dalle foto sopra, appena ritirata una incubatrice con manutenzione eseguita 30 giorni prima, 

presenta allo stato attuale tracce di latte, polvere e residui accumulati durante il regolare funzionamento. 

Dopo una ispezione visiva si procede allo smontaggio delle parti interne e si prepara il tutto ad un primo lavaggio con detergenti su base naturale.



Al minuzioso smontaggio di tutte le parti che compongono la macchina, segue quello della parte elettronica che prevede anche li uno smontaggio 

delle parti elettromeccaniche (motore elettroventola ) con pulizia profonda su tutte le parti soggette a movimento 

con opportuni prodotti, con lo scopo di eliminare residui ed impurità formatasi durante il funzionamento 

che potrebbero compromettere il regolare funzionamento della ventilazione interna del gruppo termico.



Alla pulizia segue la lubrificazione delle parti in movimento facendo uso di prodotti con caratteristiche particolari:





Al rimontaggio delle parti elettromeccaniche segue il controllo alla parte elettronica con pulizia ai sensori di rotazione motore,

controllo dei circuiti di rilevazione temperatura umidità e una verifica alle tensioni di alimentazione della macchina.



Il rimontaggio di tutto è eseguito dopo tutti i controlli necessari. Segue dopo il lavaggio di tutte le parti, una disinfezione 

con uso di disinfettante chimico a bassissimo impatto tossicologico e una disinfezione con vapore ad alta pressione di tutta la macchina.

   

Al rimontaggio di tutte le parti compresa la cupola trasparente, segue la sostituzione dei filtri di aria con sostituzione

 anche della etichetta di avvenuta manutenzione e il carico dell’acqua distillata all’umidificatore.



L’incubatrice è pronta, viene posta nella sala di manutenzione e lasciata per circa 4 ore a sportelli aperti

 DA DIVERSI ANNI RAPPRESENTIAMO LA COBAMS NELLA NOSTRA REGIONE.UNA SCELTA CONDIVISA DALLA NOSTRA POLITICA DI GESTIONE E COLLABORAZIONE NELLE PROBLEMATICHE NEONATALI LEGATE ALLE APPARECCHIATURE SEMPRE PIU’ COMPLESSE ED EFFICIENTI . IL NOSTRO LEGAME CON LA DITTA PRODUTTRICE E’ DETTATO DALLA IMMEDIATA DISPONIBILITA’ DI INTERAGIRE ALLE ESIGENZE CHE IL CLIENTE FINALE PRESENTA.LAVORANDO IN QUESTI TERMINI GLI OBBIETTIVI VENGONO RAGGIUNTI NEL MIGLIOR MODO E SENZA PERDITA DI TEMPO CONFERENDO ALL’UTENTE FINALE LA RISOLUZIONE DELLE PROPRIE PROBLEMATICHE. TUTTO QUESTO SI E’ TRADOTTO NEL TEMPO IN UNA REALTA’ DI ALTA PROFESSIONALITA’ ED EFFICIENZA NEL SETTORE.